L’antica arte della procrastinazione

Procrastinare/pro·cra·sti·nà·re/verbo transitivo / significato:Rinviare a un altro momento, differire, rimandare. E chi non l’ha mai fatto? In Psicologia si definisce procrastinazione quel comportamento che spinge a ritardare volontariamente un’azione nonostante prevedibili conseguenze future negative, optando quindi per il piacere di breve durata a costo dei benefici a lungo termine. Vero. Ma rimandare continuamente qualcosa significaContinua a leggere “L’antica arte della procrastinazione”

Il cuore sulle labbra

Uno dei maggiori ostacoli alla crescita personale è il giudizio negativo che abbiamo di noi stessi.Le storie su di noi che continuiamo a raccontarci, quelle che gli altri ci hanno raccontato finiscono per creare uno spazio ingabbiato dal quale è molto difficile uscire.Così succede che continuiamo a dirci che “non sappiamo farlo”, “siamo troppo distratte”,Continua a leggere “Il cuore sulle labbra”

Rosa canina – la regina del bosco

La rosa canina (Rosa canina L.) o comunemente chiamata rosa selvatica, è una pianta con portamento arbustivo spinoso appartenente alla famiglia delle Rosacee. È la specie di rosa spontanea più comune in Europa e nelle regioni con clima temperato di tutto il mondo. Solitamente cresce in pianura e nelle zone collinari ed è facile trovarlaContinua a leggere “Rosa canina – la regina del bosco”

Le poltrone dei vecchi cinema…

A mio padre. Ai giorni nei quali mi accompagnava al cinema. È come un sogno dal fascino decadente. Le poltrone dei vecchi cinema, i manifesti affissi per tutta la città, gli orari notturni degli ultimi spettacoli. Una magia che ha lasciato negli ultimi anni il posto alla nascita di enormi ed asettiche multisale, cedendo ilContinua a leggere “Le poltrone dei vecchi cinema…”

Erica – la forza vitale

L’erica (Erica vulgaris) è una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle Ericacee, della quale fanno parte oltre 600 specie in natura. Originaria del Sud Africa, cresce spontanea nelle zone montane e vallive dell’Italia, ama i terreni rocciosi e aridi e predilige i boschi di conifere. Tra settembre e novembre, la pianta produce piccoli fiori dalleContinua a leggere “Erica – la forza vitale”

I vantaggi della sofferenza

Il titolo non è tra i migliori, lo ammetto, fuorviante, forse leggermente d’effetto. Ci tengo a dirvi che la sofferenza è un tema che mi sta molto a cuore, negli ultimi anni ho conosciuto la sofferenza di molte persone, ho anche conosciuto, per la prima volta, la mia. È stata una costante, sempre presente, nonContinua a leggere “I vantaggi della sofferenza”

Vedo, sento, parlo…

La storia dei tempi che viviamo è una storia triste. Della poesia della malinconia non è rimasto nulla o, forse poco più, di una facciata fatta di pixel ed onnipotenza derivante dall’onniscienza del citazionismo rapido di GOOGLE. Il sapore del pane ancor prima che cominciassi a fumare, la distanza chilometrica tra i giorni tutti ugualiContinua a leggere “Vedo, sento, parlo…”

Circe e la magia della fragilità 

“Nacqui quando ancora non esisteva nome per ciò che ero”. Ho amato immediatamente questa prima frase che fa d’apertura al libro “Circe” di Madeline Miller e che sembra già trascinarci in una dimensione di incertezza in cui l’identità della protagonista si sbiadisce, si oscura dinnanzi alla luce abbagliante di chi abita il cielo e l’Olimpo.Continua a leggere “Circe e la magia della fragilità “

Ventisei

E se il “ventiventi” volesse insegnarci qualcosa? Sono gli anni del consenso dissenziente, del silenzio rumoroso, dell’anticonformismo domato, della rivoluzione in scatola, dell’indignazione preconfezionata, prêt a porter, da ingurgitare all’occorrenza. Sono gli anni nei quali se esprimi il tuo pensiero devi stare attento a non essere troppo approssimativo o troppo appassionato, verresti additato come pacifista oContinua a leggere “Ventisei”

Ognuno è una storia da raccontare

Il mattino è un via vai metodico. Questi serpentoni neri d’asfalto che si srotolano sotto i nostri piedi si lasciano calpestare da ondate di individui stanchi e assonnati che camminano, inseguono, rincorrono… semplicemente vanno. Tutto in modo ripetitivo, quasi schematico. Li guardi bene negli occhi e hanno ancora il ticchettio lento e veloce della svegliaContinua a leggere “Ognuno è una storia da raccontare”